Blog

Lorenzo Esposito
20-02-2012


Un-hritierNel realizzare nel 1994 Lothringen!, il regista Jean-Marie Straub aveva tratto ispirazione dal romanzo Colette Bodauche dello scrittore e politico francese Maurice Barrès, facente parte della trilogia Les Bastions de l'Est. Sedici anni dopo, riprende in mano il progetto e si dedica a un secondo libro, Au service de l'Allemagne, e si reca in Alsazia per percorrere i sentieri attraversati da Joseph, il medico di campagna, protagonista dello scritto.

Tags:

Diego Mondella
08-02-2012


strange_case_of_angelicaIl fotografo ebreo Isaac viene chiamato da una ricca famiglia per scattare alcune foto alla loro giovane figlia Angelica, morta per una fatalità subito dopo le nozze. Davanti all’obiettivo, il volto della ragazza riprende incredibilmente vita. Per l’uomo, l’immagine di Angelica diventa un’ossessione che conduce a un tragico e ineluttabile destino.

Tags:

Matteo Marelli
04-02-2012


Guilty-of-Romance-testoLa gente va nei love hotel per fare sesso. Ci sono persino dei distretti riservati ai love hotel. Negli Anni ’90 molte prostitute lavoravano nelle strade di Maruyama-cho, un distretto ricco di questi alberghi. E qui, avvenne un mistero, alla vigilia del ventunesimo secolo.

[Dalla didascalia posta in apertura al film]

Tags:

Gianfranco Costantiello
22-01-2012


025_meeks_cutoff_blurayOregon, 1845. Una carovana di tre famiglie diretta verso le montagne di Cascade ha smarrito la strada maestra seguendo una scorciatoia, non tracciata, indicata loro dalla guida Stephen Meek. Con l’esaurirsi delle scorte di sopravvivenza, la tensione nel gruppo crescerà fino ad esplodere all’apparizione di un indiano.

 

 

Tags:

Matteo Marelli
16-01-2012


kaboomSmith vive nel campus universitario. Passa le giornate con Stella, la sua migliore amica, intrattiene una relazione sessuale con London e sogna di andare a letto con Thor, il biondo surfista con cui condivide la stanza. Una notte, sotto l'effetto di biscotti allucinogeni, Smith si convince di aver assistito all'assassinio della splendida ragazza con i capelli rossi che popola i suoi sogni. Cercando di ricostruire la realtà dei fatti, il ragazzo e i suoi amici finiscono per trovarsi coinvolti in un mistero che sta per cambiare per sempre non solo le loro vite ma le sorti di tutta l'umanità.

Tags:

Vanna Carlucci
08-01-2012


114644-1-naissance-des-pieuvresDentro i bordi di una piscina, l’adolescenza si racconta attraverso tre ragazzine quindicenni e il loro movimento a-sincrono di fronte al sesso, all’amicizia, al mondo che si apre davanti a loro solo per essere appreso.

 

 

 

 

Tags:

Lorenzo Esposito
02-01-2012


muratovaDalle finestre della grande casa costruita sul palco l’attore vede una ragazza che forse aspetta qualcuno e in quel momento fiocca la neve e i fiocchi si confondono con gli spettatori mentre una porta si apre su un immenso parco di alberi spogli e di figure veloci in lontananza. Sopra e sotto le assi di legno (del teatro?) si susseguono serpentini i pedinamenti, un fuoco di fila irrappresentabile di suicidi, incesti, omicidi.

Tags:

Diego Mondella
18-12-2011


FIVE-DAY_SHELTER2Periferia irlandese: nel corso di cinque giornate alcune persone si sfiorano incrociando i rispettivi destini. Un umanità allo sbando sopravvive in uno stato di quieta disperazione, tra l’indifferenza e la desolazione di un paesaggio degradato. “Animali” cinici, aggressivi, ma anche maltrattati e uccisi come sono realmente i cani e i gatti che accompagnano la lenta agonia delle loro squallide vite.

Tags:

Michele Sardone
12-12-2011


eyes_wide_open--400x300Storia d’amore omosessuale, ambientata a Gerusalemme, tra due ebrei ultra-ortodossi. Uno dei due è però sposato e padre di quattro figli, nonché membro rispettato della comunità religiosa, che si opporrà al loro rapporto.




Tags:

Gemma Adesso
05-12-2011


socialism2Il titolo didascalico (Film Socialisme) funge già da sinossi, come il prenome del suo regista è meglio reso nella contrazione (JLG) di un impronunciabile esistenza. La costruzione di una sinfonia in tre momenti riporta rispettivamente tre diversi punti di vista, magnificando la funzione straniante e straordinaria del cinema che consente di vedere con i propri occhi la visione di un altro, negando la visione: il mondo visto dal ponte luccicante da una nave da crociera, un’arca fantasma che conserva un campione di varia umanità; lo sguardo dei figli proiettati nel fuori campo di un futuro che non si dà; la tragedia greca che si ripete e si intreccia alle leggende rivoluzionarie della modernità. Il trailer riassume in 4m e 29s la sintesi di 1h e 45m di Storia della specie. Svanita l’immagine nel buco nero dello schermo, comincia l’azione (come da Principio).

Tags:

Archivio

Teniamoci in contatto